mercoledì 12 maggio 2010

I mollatori

Ammettilo sei impazzita, tanto lo sai che non lo farai mai.

vabbè, che male faccio a sognare un po’? mi immagino non più lavoratrice dipendente, ma con attività-gioco tutta mia. Già che la sogno la sogno in grande, in parte itinerante e in parte fissa, con un bellissimo samovar, le torte e la porcellana fine. mille chiacchiere e le ore che passano liete, qualche soldo. Veramente solo qualche, che quando sei felice ti basta poco, servono molti soldi quanto hai tanto vuoto da riempire.

oh quando sei patetica ti adoro, son qui dentro anche io che ti credi le vedo le immagini che ti proietti in quella testa malata, tutte colori pastello e soffuse.

ma ti pare così irrealizzabile ?

no, in linea puramente teorica no, ma certamente irrealizzabile da Pentapata. Si sa, le idee son sempre buone, poi non ha le palle di andare fino in fondo perchè il complesso della sfigata la perseguita. cerca appoggio fra gli amici che son peggio di lei. sognano un po’ tutti insieme, poi mollano. I mollatori .

sognare non costa nulla

farlo ti fa stare meglio?

si, per un po’ sì

e allora fallo

Nessun commento: