martedì 21 dicembre 2010

Comidademama Xmas giveaway

Ho incontrato Comida mentre cercavo la “ricetta” delle bolle di sapone e da lì, gironzolando ho conosciuto la cucina dei Calicanti. I Calicanti mi piacciono molto, ricordo di aver cercato la ricetta dei crostini di milza, li faceva anche mia nonna!
Quando vado a fargli visita c’è calma, quel bel bianco avvolgente e alle volte mi sembra di sentir scricchiolare le assi del pavimento, ovviamente ignoro se esistano assi sui loro pavimenti reali, ma su quello virtuale mio personale le hanno. Le foto sono delicate, sobrie e raffinate come i testi, nessuno grida, c’è grande garbo. Lì c’è tranquillità, si legge con calma, si gusta la foto e si annusa la ricetta e se ti piace te la porti via, come un amico che ha fatto una torta troppo grande per finirla da solo e la offre. Non conosco i Calicanti, ma li immagino garbati e misurati, forse anche un po’ riservati, hanno pubblicato dei libri e lo hanno detto quasi timidamente con un’emozione vera, che “arriva”.
Comida vuole sapere quale ricetta sia la preferita, mica facile rispondere. Scelgo lo sformato di patate, non tanto per il piatto, ma proprio per quel che dicevo prima, cioè per l’atmosfera che sa creare, la teglia della nonna, un po’ sbruciacchiata, non lustra non perfetta, il panno che la avvolge sa di campagna di quelle cose che appartengono a qualcuno a cui vuoi bene e che solo a vederle ti senti felice. Perché il profumino di quella crosticina io mentre osservo la foto lo “sento” nel naso e la teglia sopra il tavolo è di Pina, ma potrebbe essere pure di Isolina, la mia di nonna.

3 commenti:

daniela ha detto...

che bel nome isolina...
in un'altra vita vorrei chiamarmi proprio così...

(scusa, non riesco a pubblicare con il nuovo account, allora uso quello vecchio... però se aggiungi name/url qui sotto io sono ancora più contenta
:)

Pentapata ha detto...

sapere come si fa sarebbe fantastico, come si fa? incredibilmente ho capito cosa vuoi dire ma non so dove selezionare questa possibilità!

Pentapata ha detto...

fatto, magna cum sbalordatio!