giovedì 23 giugno 2011

voglia di volare

Il titolo del post mixa due post odierni uno di Mammamsterdam - che racconta qualcosa di suo figlio nel quale mi ritrovo molto anche se occhio e croce dovrei avere oltre trent'anni più di lui - e uno di Luciebasta che è scesa dal letto con il piede giusto e ci annuncia che si impegnerà per cambiare qualcosa nella sua vita, pure io vorrei, poi la pigrizia signora mia mi fotte.
Un po' è la sindrome primaverile/estiva un po' è il periodo lavorativo fiacco (vedete no come cazzeggio amabilmente sul web ??), ma mi frulla sempre in testa di cambiare di fare altro, questo non è il mio lavoro, anche se a tratti mi piace. 

Non fosse che in quasi trentasette anni non ho ancora capito cosa cazzo mi piacerebbe fare.

12 commenti:

polepole ha detto...

Ommamma.
Siamo messe bene, tutte quante...

polepole ha detto...

... ritorno ora da un viaggio in quel di mammamsterdam. Grazie di avermela fatta conoscere! ;)

solitamente ha detto...

Cavoloooo allora è un'epidemiaaaaa. Io ho un post in bozza proprio su questo argomento. Come mi ritrovo nell'ultima frase che hai scritto!!!!
Ora vado a leggere le altre blogger :)

Nuvole ha detto...

perché, io sì??! ah ah ah!

Lucia ha detto...

..ecco appunto...

Owl ha detto...

ah io invece ho lei idee chiarissime... chiedetelo a Stima... bhuhahaha

Stima Di Danno ha detto...

io pure, specializzata nel deposizionamento. chiedetelo a Owl... bhuhahaha

LadeaKalì ha detto...

Ma parliamo di idee concrete o di sogni irrealizzabili? No, perché io un'ideuzza ce l'avrei....vorrei guadagnarmi da vivere scrivendo...e con questo ho detto tutto....

Mammapellona ha detto...

Io invece ho capito: non voglio piu' fare un c***o!!!
Quando torno al lavoro, altro che blog, manco il tempo per il bidet mi rimarrà... Mi viene già l'angoscia

Mammamsterdam ha detto...

Lo capisci facendolo, inutile, poi sappilo, che se non hai voglia magari non sei pronta. Uno va a smuovere un mucchio di roba per cambiare se stesso, allora direi che meglio iniziare a piccoli passi, decidi una cosa minima che vuoi migliorare nel quotidiano (io sto alla fase: sparecchiare tutte le volte che abbiamo finito di m,angiare, magari sul tavolo ci lascio sparsa la qualunque ma non cibo e stoviglie) e cominica da l^`. Poi ne arriver`a un' altra e un' altra.

silvia.moglie ha detto...

ieri ho mangiato la prima fetta di anguria e espresso il desiderio. voglio essere soddisfatta.
facevo, faccio, un lavoro che adoro. ma proprio tanto. peccato che non ci sia più lavoro.

Murasaki ha detto...

Anch'io... io problema però è capire da dove cominciare a cambiare :\