venerdì 11 maggio 2012

Brothers in Arms

questo fine settimana propone eventi, la primavera è foriera di eventi.

A Torino c'è il Salone del Libro a Bolzano l'Adunata degli Alpini, no non ridete.
Penta ha fatto le scuole nazicomuniste dove oltre all'antimilitarismo ti insegnano che siccome hai letto tre libri più di un altro sei autorizzato a sentirti superiore, snobbare e perfino sfottere.
  Bersani vedi in tre righe ti ho spiegato come mai siamo andati dal culo, ma non divaghiamo.

Mio nonno è stato alpino, guerra in Africa, ma mio nonno aveva fatto l'alpino " di peso " coartato dal duce (vede prof lo scrivo minuscolo, ho imparato bene eh?!?) poi raccontava storie di giovani che mai avevano visto nulla e si ritrovavano in Africa con le fiere e i le ragazze mezze nude, poi era tornato aveva servito la patria e si era bellamente dato alla macchia perchè ok l'Africa ma in Russia non aveva nessuna intenzione di andare.
Mai avevo visto una adunata degli alpini, nella mia testa era così: ubriaconi che cantano in dialetti valligiani.

poi capita che per puro caso la mia collocazione geografica mi piazza vicino a Cuneo e Torino

Cuneo adunata nazionale alpini 2007
Torino adunata nazionale alpini 2011

La prima l'ho vista per caso, alla seconda sono andata perchè avevo visto la prima. 
Ve lo dico subito il vino c'è, tanto pure, ma se riuscite a dimenticarvi le sovrastrutture che ci rendono puzzasottolnasisti, ognuno sta al mondo come può e come sa ed elabora la propria esperienza valorizzandola come meglio riesce beh lì vedrete cosa vuole dire Brothers in Arms e sì l'ho scritto maiuscolo.


6 commenti:

El_Gae ha detto...

Non ho molto da dire sugli alpini; mi fanno simpatia ma non ho fatto il militare. Brother in Arms è una bellissima canzone. Il solo evocarla fa di questo postun gran post (che è bello anche nel contenuto, però, eh?) ;)

Margherita ha detto...

Ho frequentato le tue stesse scuole, mi sa. Tradurrei liberamente in radical-chic, correggimi se sbaglio, di quella sinistra di chi ha sempre ragione.

E poi mi sono sposata un alpino. Non uno che ha fatto il militare, uno che proprio si è arruolato e ci crede e blablabla. Immagina lo shock.

Mamma F ha detto...

Penta, ti amo. Ed è la seconda volta che te lo scrivo sul blog.
La terza ti chiedo in moglie e MiB si fotte. Sallo.

pentapata ha detto...

@el-gae grazie mille.
@margherita eh brava quelle lì, se dicevate pure voi marxiano al posto di marxista forse eravamo in classe insieme ;-)
@MammaF LO VOGLIO !

Ruben ha detto...

Leggo con il sottofondo dei Dire Straits. Stop.

ilmiosuperpapa ha detto...

L'"Alpinismo" (quello con la penna)era una marchio della mia famiglia: dalle adunate, alla costruzione della sede locale, alla festa in paese (facevo il ragazzo addetto alla birra), alle spedizioni per le emergenze (mio padre è stato su Tanaro)... E quando ho incontrato il consiglio nazionale per lavoro nella loro sede nazionale a Milano mi sono scesi i lacrimoni... El_Gae non riesce a rockettizzare "Sul Cappello?". Grazie Penta!